di vacanze e fughe al mare

Per una serie di motivi che vanno dal disinteresse dei miei figli per il mare al timore di prendere un aereo e frequentare un hotel in tempi di pandemia, passando per i costi lievitati e qualche altro dettaglio che intendo sorvolare, quest’anno non farò delle vacanze, diciamo, tradizionali: niente sveglia all’alba dell’intera famiglia per la…

Due parole due su Tinder e le date-app

Di recente ho letto un interessantissimo contributo di Viola Di Grado su Linkiesta dal titolo: “Indagine sul maschio italiano – le bio degli uomini su Tinder rivelano che il nostro è un paese misogino“. Si tratta dell’ennesima constatazione della natura maschile italica, nulla di nuovo sotto al sole direte, e avete ragione, ma in chiave…

Di ricordi, mare, giovinezza, smagliature e consapevolezza

Alcuni giorni fa ho riesumato una vecchia scatola di fotografie, di quelle nate sulla pellicola e stampate, cercando tracce del mio passaggio sull’isola di Barbados, anno 1997. Di quella vacanza ricordo, ovviamente, il mare piatto e caldo di una costa e le onde alte metri dell’altra; la bandiere del paese, bella come quella di un…

Lockdown e Pandemia: tempo di bilanci?

Oramai sono settimane che il paese è ripartito – o ci sta provando – e almeno io, nel mio piccolo, ho ripreso un tram tram pressoché normale. Allora questo lockdown cosa ci ha lasciato? Ho ripreso a lavorare integralmente in presenza a fine maggio e ho caldeggiato il rientro di tutto lo staff. I figli…

Libri: amore, odio e di nuovo amore

Da sempre ho amato leggere e da sempre ho amato il libro come oggetto. Da bambina sceglievo i miei regali nella cartolibreria vicino a casa, anche se proponeva giusto qualche titolo; fin da ragazzina ho frequentato la biblioteca; coi primi soldi guadagnati Feltrinelli è diventato il mio regno. Negli anni ho accumulato diversi libri e…

Date retta ai tatuatori

Immaginate di entrare in uno studio di tatuaggi a chiedere che vi venga inchiostrato in modo permanente sulla pelle il nome o l’iniziale del vostro partner; nel frattempo immaginate anche dei tenerissimi cuoricini che vi fanno da cornice. Se siete entrati in uno studio serio, vi sentirete rispondere con un categorico e sonoro NO. Potete…

La mia vita a testa in giù

Non è mia intenzione generalizzare ma la maggior parte delle persone svolge la propria vita in questo ordine: finisce la scuola, si diploma o si laurea; cerca un lavoro o avvia un’attività o comunque cerca un modo per guadagnarsi da vivere e nel frattempo, si spera, conosce partner finché non trova la persona con cui…

Lettera a me stessa 25 anni fa

Cara Cris, se non ricordo male, ami che ti chiamino Cris e non Cri. Questa lettera ti arriva da una persona che ti conosce perfettamente e ha saputo volerti bene nella buona e nella cattiva sorte, durante tutta la vita. Sappilo immediatamente, non incontrerai schiere di persone pronte a sostenerti; e anche quando crederai di…

A metà strada tra Bridget Jones e Carrie Bradshaw

Essere una femmina della mia età significa avere trascorso i cosiddetti anni d’oro delle relazioni accompagnata da personaggi di fantasia usciti dalla penna di donne moderne e osservatrici che hanno reso protagoniste le donne. Avevo circa 25 anni e uscivo da una relazione disastrosa durante la quale avevo guadagnato un bel paio di corna e…