(senza titolo)

Quando sono molto stanca, quando ci sono delle ricorrenze, quando ho periodi particolarmente impegnativi sul lavoro, mi siedo e piango un po’. In quei momenti lì mio fratello mi manca ancora di più. Allora sfoglio le foto che ho recuperato di lui, ne pubblico una nel blog “In ricordo di Danny“, mi asciugo le lacrime…

Le feste, che gran fatica…

Trascorrere indenne le festività, per chi ha subito un lutto bruto recente, è un’utopia. Mi sono organizzata il sabato di Pasqua fuori porta a conoscere un ristorante vietnamita in una località a circa 150 km, ho fatto una gita, ho trascorso una giornata piacevole, e trascorrerò anche Pasquetta in giro per la regione… ma il…

Lettera a mio fratello – last Sagrantino edition

Caro Danny, ieri sera ho bevuto il tuo ultimo Sagrantino, anno 2012, e per fortuna non ero sola. L’ho accompagnato con del filetto al pepe verde che ho preparato a cottura lenta, nuova fissa della cucina; credo che avresti apprezzato. Manchi tanto, davvero tanto, e cerco modi per averti con me: il tuo vino, il…

Riscrivi la narrazione

Durante la pandemia, quando i negozi erano chiusi compresi quelli dei centri commerciali, vidi in una vetrina un abito sui toni dell’azzurro con dettagli beige che era perfetto per me: il colore, il taglio, lo stile… era tutto in linea con la mia persona, ma il negozio era chiuso. Ho cercato il numero di telefono…

Inciampo sulla via del nuovo anno

Mi sono ripromessa che il 2022 sarà l’anno della leggerezza; nel lavoro, nel tempo libero, in ogni momento. Mi sono ripromessa di non contare più i giorni e le settimane da quando mio fratello non c’è più, perché amplifica il dolore e io non ne ho bisogno. Ho interrotto la psicoterapia perché, se ho sfangato…

Ride like the Wind

Ogni venerdì, se guardo l’agenda, faccio mentalmente il conto del numero di settimane trascorse da quando ho salutato mio fratello. Ogni 19 del mese, vigilia del giorno della sua morte, condivido un whisky con mio padre, in silenzio, noi sappiamo perché. Un Jack Daniel’s per essere precisi. Guardo vecchie foto, indosso t-shirt vetuste, cerco i…

Barbaresco

Il Barbaresco è il mio vino preferito. In assoluto. Nell’universo. L’ho incontrato per la prima volta nei miei 25anni circa, in un capodanno da un’amica che aveva il fidanzato piemontese, il cui amico portò una bottiglia dalla cantina del papà, e io mi innamorai. Del Barbaresco. Non dell’amico. Difatti a quel capodanno stavo con uno,…

100

100 giorni senza te. 100 giorni che mi guardo intorno e non capisco. 100 giorni che sono persa, ti cerco, ti racconto, ti ricordo, ti piango. 100 giorni destinati a diventare mille, poi duemila poi sempre di più fino alla fine dei miei giorni. 100 giorni che ho assaporato l’acido della solitudine ferale. 100 giorni…

El Dia de los Muertos

La festa dei morti non è mai stata una delle mie giornate preferite per ragioni legate al mio compleanno. Dato che io faccio gli anni il primo novembre, che è sempre festivo, molto spesso da bambina lo trascorrevo non a mangiare pasticcini con gli amici e i palloncini, ma accompagnando mia madre al cimitero. Già…