Lettera a mio fratello – Clash Cafè Edition

il

Caro Danny,

Salto a piè pari la parte triste dove scrivo quanto sia doloroso non averti qua con me, a Natale e ogni giorno; ed eviterò di fare cenno al fatto che, da quando tu non ci sei più, ci sono cose che mi legano troppo al tuo ricordo e non riesco ancora a fare (ad esempio non ho più acceso l’e-book reader, che tengo comunque costantemente vicino a me sul comodino), ma passiamo alle cose belle.

Ricordi che durante il lockdown avevamo adocchiato quel Caffè, nei pressi di Milano, che aveva tanto l’aria di essere un memoriale dei Clash? Mi avevi detto:

“quando vuoi, prendiamo Maze e andiamo a Milano a farci una birra”

Non abbiamo fatto in tempo, non siamo riusciti ad andarci insieme, come un sacco di altre cose che ci univano e volevamo fare. Ma credo ti farà piacere sapere che, approfittando di un giorno festivo, ho inforcato la piccola Leya (che è come io chiamo la mia piccola utilitaria) e sono arrivata al tempio dei Clash.

E’ stato bellissimo!

Ho visto centinaia e centinaia di oggetti da lacrimoni agli occhi: non solo libri, ma locandine dei concerti, fotografie, il giubbino di Joe e un giardinetto per i concerti che ha tutta l’aria di essere un posto felice.

Ti sarebbe piaciuto un sacco! Anche la birra era ottima (mannaggia) e i due gestori sono stati troppo carini.

Caro Danny, se davvero esiste qualcosa, dopo che il cuore smette di pulsare, allora io lo so che lì dove sei hai cercato Joe Strummer e gli hai offerto una birra!

Allora facciamo così.

Io non lo so dove sei e cosa sei ora, ma facciamo che io continuerò qua a fare le cose che mi rendono felice, anche se ero abituata a farle con te, anche se ogni pagina di felicità avrà un segnapagina di amarezza, perché manchi tu.

Un giorno per volta, non abbiamo detto così? ❤️

Tua sorella sempre

by Kriss

E, come sempre, faccio quello che posso. Se leggi questo post dalla tua mail sappi che non vedi l’immagine in testa ma qua trovi il link al blog.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Mike ha detto:

    Se può consolare io in queste situazioni penso che la persona cara persa ce l’ho comunque dentro e non ,metaforicamente , ma nel DNA,sopravvive in me.Buona serata

    Piace a 1 persona

    1. Enri1968 ha detto:

      Un sorriso, meglio delle parole che con cui non sono bravo.
      Siete una bella storia.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...