Guarire?

Ci sono certe situazioni, certe malattie, da cui non esci mai completamente.

Oltre 20 anni fa fumavo; non tanto, ma regolarmente, e con i miei rituali. Dopo il caffè, paglia. Partivo in auto, finestrino semiaperto e paglia. Ho smesso dopo aver fatto un test di gravidanza risultato positivo. O meglio. Ho fatto il test e ho fissato l’esito per dieci minuti buoni. Poi ho fumato un intero pacchetto di sigarette, tipo in un lampo, perché dovevo riflettere, dopodiché ho smesso di fumare e ho avuto un figlio.

Dopo 10 anni mi sono resa conto che sentivo gli odori in modo nuovo e molto più definito, intenso; è una gran cosa se ami il buon vino, le spezie, cucinare.

Dopo 20 anni non ho ripreso il vizio e, da quella scorpacciata post test di gravidanza, ho fumato solo altre 2 volte: una volta ho chiesto un tiro di Marlboro; un’altra volta la mia amica mi ha rollato una paglia (solo tabacco, per chi volesse sapere).

Ma la voglia di fumare mi è rimasta. Riconosco fermamente i benefici dell’avere smesso, dall’olfatto, alla pelle più bella, al portafoglio, eppure me la gusterei proprio una sigaretta. Ho smesso ma la voglia aleggia ancora intorno a me. Sarebbe un attimo riprendere il vizio fattivamente.

Quindi non posso affermare di essere una ex-fumatrice. Posso dire di essere un’amante delle sigarette che non pratica, ma la verità è che, nel mio profondo, sono ancora una fumatrice.

Una persona che conosco e cui voglio bene vive con un ex-bevitore; non so se si potesse definire alcolizzato, ma a un certo punto della sua vita il medico gli ha detto “o smetti o crepi” e lui ha smesso. Ma rimane un alcolizzato. Non tocca un goccio di alcool da anni e per un’ottima ragione, vivere, ma rimane un alcolizzato, come io rimango una fumatrice.

Ma quelle sono dipendenze! Sì, lo solo, e la dipendenza è una malattia. Non si guarisce mai del tutto. Non è come il raffreddore o l’influenza. Non ci sono antibiotici che funzionano individuando il batterio cattivo e neutralizzandolo.

Quando il batterio cattivo è nella tua testa, inteso come tua mente, non si guarisce mai del tutto. Puoi avere alti e bassi. Possono durare anche per periodi lunghi e farti sperare in un significativo miglioramento, ma in verità saranno sempre lì, latenti, subdoli, in agguato.

Io morirò con la voglia di fumarmi un’ultima Chesterfield light, quelle azzurre, pacchetto morbido, pagate tremilaeottocentocinquanta lire l’ultima volta che le comprai; e dopo essermi tracannata una boccia riserva di Barbaresco di Gaja (lo so che costa un rene ma se sto per crepare, chi se ne frega dei soldi!)

E niente.

Tutta questa tirata sulle malattie latenti e le dipendenze serve per fare capire a me stessa che con certe condizioni, con certe malattie, occorre imparare a conviverci e non abbassare la guardia.

Mai.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. @Oenopides ha detto:

    Ho smesso anche io fumavo le Camel light ed ero la donna più felice perché fumare mi piaceva poi mi sono accorta e lo dico in maniera molto sincera che per quanto fumavo spesso e volentieri non mi bastavano i soldi per arrivare a fine mese perché negli ultimi anni fumavo parecchio allora ho firmato un compromesso con me stessa visto che amo la sigaretta a discapito di tanti che fumano e ne hanno paura. Ho deciso di buttarmi sulla sigaretta elettronica oggi fumo caramello anzi di svago caramello e noccioline americane diciamo che la soddisfazione è la stessa perché quando voglio permettermi di fumare davvero svaporo del tabacco… o meglio l’aroma del tabacco dei sigari cubani. Non ho mai pensato di essere patito malata semplicemente mi è sempre piaciuto fumare perché mi dava quel senso di tregua mentale che tutto sommato se pur con una sigaretta elettronica ancora oggi non ho perso.

    "Mi piace"

    1. Kriss ha detto:

      Qualcuno mi ha detto cosa costano ora le sigarette. Impossibile mantenere quel vizio con uno stipendio normale, capisco il successo delle sigarette elettroniche!

      Piace a 1 persona

      1. @Oenopides ha detto:

        Sai che non so cosa costano ? Io ho smesso nel 2018 e le camel costavano 5 eu. Compravo 2 pacchetti al di. Capisci perché ? Ora spendo 30 eu di liquidi al mese

        "Mi piace"

      2. Kriss ha detto:

        in pratica nel 2018 costavano 3 volte cosa spendevo nel 2000!! Eddai, a me un pacchetto durava un giorno e mezzo, circa, ma sarebbe stata una spesa folle! due pacchetti al giorno, te lo credo che non si arriva a fine mese!

        Piace a 1 persona

      3. @Oenopides ha detto:

        Fumavo davvero tanto lo so.

        "Mi piace"

  2. novecentomilaepiu ha detto:

    Hai fatto bene a smettere di fumare. Questa è una decisione che deve partire dalla testa….ho lavorato in un grande Ospedale della mia Città specializzato nel polo cardio-polmonare e posso assicurarti che non era piacevole vedere gli effetti deleteri della sigaretta su pazienti mentre ero in Radiologia e si osservava la radiografia del suo torace o la sua Tac .
    buon prosieguo!

    "Mi piace"

    1. Kriss ha detto:

      Ho smesso perché aspettavo un bambino e per fortuna non ho ripreso dopo la sua nascita. Immagino le tac, ma mi basta vedere gente della mia età che deve fermarsi dopo una rampa di scale!!

      "Mi piace"

      1. novecentomilaepiu ha detto:

        ecco…vedo che hai colto molto bene il problema.

        "Mi piace"

Rispondi a novecentomilaepiu Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...