Buona festa della Donna

A me la mimosa non piace. Adoro il giallo ma la mimosa è un fiore che non apprezzo e il suo profumo per me è puzza. Quindi, da sposata, ogni anno vicino all’otto marzo mio marito mi diceva: “allora sei sicura? non la vuoi la mimosa? non è che poi ti arrabbi se non la prendo?” e io, immancabilmente, rispondevo che no, non volevo la mimosa.

Quello che avrei voluto era tornare a casa e trovare che si era preoccupato di farmi trovare la cena in tavola oppure una stanza pulita, oppure qualche altra incombenza risolta e non per l’otto marzo, bensì un qualunque giorno dell’anno.

Evidentemente non ho saputo spiegarmi. E ho finito per divorziare. Almeno il mio ex non deve più preoccuparsi di offendermi perché non mi porta la mimosa.

Così, per aiutare coloro che, come il mio ex marito, sono in difficoltà per l’otto marzo, ho due proposte:

Primo. Comprate, leggete, regalate, condividete il libro di Michela Murgia STAI ZITTA, uscito pochi giorni fa. Ricorderete che circa un anno fa Michela Murgia ha ospitato un medico nella sua trasmissione radiofonica e, dopo averlo incalzato per una risposta, si è sentita rispondere in modo violento “Stai zitta!!”. Ovviamente non è stata zitta e, anzi, ha saputo mantenere il punto e la calma. L’episodio è il pretesto per il libro: Stai zitta e altre 9 frasi che non vogliamo sentire più. Lo consiglio alle donne e, ovviamente agli uomini.

Questo è il link per acquistare il libro su Amazon, casomai siate in zona rossa e non possiate uscire oppure siete semplicemente pigri.

Secondo. Vi consiglio la visione di un film francese disponibile su Netflix, si chiama “Non sono un uomo facile”.

Una scena del film, immagine presa da internet

Tutto sommato il film non è un capolavoro, ma consiglio ad ogni uomo di guardare almeno la prima parte. Il protagonista, uomo sciovinista e farfallone, prende una craniata e si sveglia in un mondo dove le donne sono le predatrici e gli uomini lottano per pari diritti. Guardatelo, davvero, poi fate due riflessioni e magari ne riparliamo.

Ecco, ciò che auguro per questa festa della donna è maggiore consapevolezza agli uomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...