La Kriss e i siti di incontri, l’avventura continua – puntata VI

il

Circa un mese fa raccontavo come fosse miseramente terminata la mia frequentazione nata su un sito di incontri e come avessi deciso di cancellarmi dal suddetto sito.

Ma gli incontri non sono terminati, continuate a leggere per conoscere le nuove mirabolanti avventure della Kriss e gli appuntamenti praticamente al buio!

Riassunto delle puntate precedenti

(saltate se avete già letto le chiacchiere precedenti o se non siete interessati)

  • Puntata I – La Kriss ha fatto enorme passo di iscriversi a un sito di incontri e l’ha raccontato qua;
  • Puntata II – Poi ha condiviso come ha cercato di raccapezzarsi sul sito qua;
  • Appendice alla rubrica – come smollare bonariamente gli indesiderati qua;
  • Puntata III – La Kriss racconta la sua situazione pseudo stabile qua;
  • Puntata IV – e i trucchi adottati con le amiche qua;
  • Puntata V – E poi tutto da capo, la Kriss è di nuovo single e condivide alcune considerazioni sugli approcci qua.

Dove eravamo rimasti?

Sì, giusto, la Kriss si era appena cancellata dal primo sito di incontri, quello grazie al quale aveva incontrato tizio-bolognese, in quanto non voleva più incrociare il suddetto soggetto.

Per la cronaca, ho cancellato le mie foto, tutte, le generalità personali e ho variato la localizzazione in Treviso (non so perché Treviso, mi è uscito così).

Dopo un’ora avevo una decina di messaggi di uomini poco distanti, da Treviso, che chiedevano di conoscermi.

Cosa ho imparato? non è questione di quanto sei carina, evidentemente la fame è fame e un buco vale un buco.

Quindi, prossima mossa?

Una delle caratteristiche dei siti di incontri che tollero meno è la valanga di messaggi che ricevi; è successo a me sul primo sito ed è successo alla mia amica (bionda) sul sito che ha provato lei.

Quindi, quando ho trovato la proposta dell’app che ti promette “un match al giorno” e non di essere buttata nel mucchio, ho pensato fosse la svolta.

Ogni giorno, verso le 12, questa fantomatica app mi propone 4-6 match che io declino o accetto e, se il soggetto in questione accetta a sua volta, veniamo messi in contatto e possiamo chattare.

Ma che bello, ho pensato! Non verrò sommersa di messaggi per il semplice fatto di essere portatrice di tette!

L’app mi ha fatto matchare con un 45enne di Salerno, non esattamente comodo, e un 48enne di Roma, meno scomodo ma pur sempre fuori mano.

Poi ho ricevuto il match di un tizio di 60 anni che lavora all’estero e con una storia personale degna di libro Cuore: mi ha raccontato tutto in un’accorata mail che, probabilmente, trasmette a tutte le matchate sperando di pescare.

Poi, la svolta. Etienne, 48 anni, figo fotonico da copertina di Vogue. Mi scrive: Bonjour. Io verifico la distanza, sono 700 e passa km da me. Rispondo che non parlo francese (mannaggia!) ma posso chattare in italiano, inglese e spagnolo e lui, in risposta, mi scrive: Bonjour. Ok, indubbiamente bellissimo ma non molto intelligente, ammettiamolo!

Continuo? perché a uno al giorno ho collezionato diversi aneddoti!

Finalmente l’app mi fa matchare con un tizio di 50 anni che sta a 12 km da me; chattiamo per un po’, era il mio periodo da isolamento covid, quindi ero annoiata e con del tempo da perdere, mentre lui era fuori città per una breve vacanza. Poi, non ricordo il contesto, ma di punto in bianco mi chiede se sono laureata e io rispondo che sì, lo sono, senza dettagliare facoltà o altro.

Sparito!!

O meglio, ci siamo scambiati un altro paio di messaggi, ma ho percepito che quella è stata la svolta. Dovrei essere offesa ma in verità ho riso molto.

Giorno dopo giorno, a circa due settimane dal primo utilizzo, l’app continuava a propormi gli stessi uomini, quelli che avevo già declinato, quindi l’ho disinstallata e buonanotte al secchio!

Sui match, parliamone!

Selezionare il cuoricino o la X davanti alla foto di uno sconosciuto è un gesto istintivo.

Ad un certo punto io mi ero data delle pseudo regole:

  • NO agli uomini che mettono foto con altre persone o, peggio ancora, coi bambini;
  • NO agli uomini che non sorridono mai in nessuna foto;
  • NO agli uomini che mettono foto di attori, paesaggi o fiori;
  • NO agli uomini troppo alti o troppo giovani;
  • SI agli uomini che mettono la foto con il loro cane (o gatto) o che sorridono;
  • SI agli uomini con un po’ di pancetta, che quelli infisicati mica li puoi portare al ristorante e tantomeno a bere alcolici;
  • SI agli uomini che non si atteggiano a fenomeni.

Quesiti polemici (ok, le donne possono saltare questo paragrafo!)

L’app un match al giorno è una bella idea, ma in realtà funziona solo se ti abboni e paghi, perché mi ha contattato gente che io non ho scelto ma che, essendo utente pagante, può applicare i filtri e messaggiare chi vuole.

Tuttavia ho maturato due quesiti che vorrei sottoporre agli uomini.

Primo. Cari maschi sotto ai 30 anni che potreste davvero essere figli miei senza essere stata una madre eccessivamente precoce, suvvia, cosa contattate una 50enne divorziata con poco tempo libero? siate seri! perché inizialmente vi liquido gentilmente, ma non ci provate a insistere che io, davvero, vi asfalto!

Secondo. Cari maschi tra i 40 e i 55 anni, perché dovete dichiarare robe del tipo “mia figlia è la mia vita” oppure citare slogan come “vivo per i miei figli“? L’ho visto diverse volte e non è una nota di merito a mio parere. Si tratta forse della dichiarazione secondo cui siete parzialmente disponibili a una relazione in quanto padri? vi informo che le donne separate e/o divorziate conoscono molto bene gli accordi approvati dai giudici e no, cari padri, fate poco i difensori della genitorialità perché salvo rare eccezioni non siete credibili (ok, su questo punto pesa molto il mio vissuto di madre separata, se mi date dell’isterica un po’ ci sta, ma nel mio caso ho ragione io).

E ora?

Ora viaggio verso nuove avventure ma più consapevole.

Intanto l’algoritmo di internet ha iniziato a funzionare quindi, non sono io che devo cercare i siti di incontri, ma sono loro che trovano me.

Poi, prima di iscrivermi sul serio, testo come funziona il sistema; nel primo sito di incontri, quello su cui ho incontrato il tizio-bolognese, ho pagato subito credendo di poter disdire a mio piacimento, ma mi hanno addebitato immediatamente 6 mesi di servizio: di fatto l’ho usato 3 settimane.

Troverò l’amore? non penso proprio, anzi credo che sarebbe più facile trovare un unicorno che fa la pupu rosa, ma uscire mi diverte e ogni tanto posso concedermi un aperitivo con un uomo in un luogo che conosco e colmo di gente: se poi non scatta l’intesa, pace.

Concludo, davvero, facendo presente che al momento l’uomo che mi dà più da fare è mio figlio, che ha adottato un regime alimentare da allenamento, e io sto sempre a cucinare e che il bell’Etienne, il francese che scriveva solo Bonjour, probabilmente era uno gigolo, altro che match. 🥲

by Kriss

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Beh, pare un lavoro. Pure se, in termini di qualche risata, con salario accessorio di portata discreta.

    Piace a 1 persona

    1. Kriss ha detto:

      un passatempo più che altro. il salario sono le risate 🤭

      Piace a 1 persona

  2. onil52 ha detto:

    Interessante e molto coraggiosa.Il 2 agosto 2021 mi sono trovato bloccato in bici alla stazione di Bologna, per la commemorazione della strage, mentre tornavo alla Certosa:una delle migliori soste per servizi,ombra e silenzio.

    Piace a 1 persona

  3. onil52 ha detto:

    Wow!!:1un primato da festeggiare:il primo like!!!””2-Cosa c’entra Bologna?non me lo ricordo più!!3-diventare amici, se vuoi,anche con F.B.,non è una idea malvagia.

    Piace a 1 persona

    1. Kriss ha detto:

      ciao, allora festeggiamo!!!
      però io non ho Facebook, sono qua su Twitter e su Instagram, trovi tutti i riferimenti nell’area CHI SONO

      "Mi piace"

      1. onil52 ha detto:

        Sono poco informatizzato.Ho solo F.B., che visito di tanto in tanto e con il quale mi sono esposto,”denudato”, abbastanza.E’ un richiamo più che altro per amici o amiche interessate a rincontrarmi.A proposito di bicchiere mezzo pieno , con i mezzi di oggi non c’è bisogno di presentarsi, basta saper leggere ed io non non ho mai scritto fake.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...